Il Programma elettorale

Pontedera città sportiva

La cultura dello sport come stile di vita

  • In questi anni abbiamo investito molto per promuovere una serie di attività e spazi per favorire la socialità e la vivibilità della città. Un percorso che non va mai considerato esaurito ma che anzi deve essere oltreché consolidato arricchito progressivamente convinti che la qualità della vita si misuri anche sulla pluralità di opportunità, offerte ai cittadini per vivere il proprio tempo libero, riuscendo a soddisfare gusti e bisogni diversi.
  • Sebbene la pratica dello sport inteso come stile di vita interessi fortunatamente un considerevole numero di cittadini di ogni età c’è però da dire che in una società che offre al mondo dei giovani occasioni sempre più frequenti di comportamento scorretti è indispensabile garantire soprattutto ai bambini ed al mondo giovanile una sempre maggiore incentivazione della pratica sportiva sostenendo con ogni determinazione possibile le attività delle associazioni sportive legate al volontariato ed ogni progetto che sin dalle scuole possa aumentare la platea dei nostri ragazzi che praticano sport.

Gli eventi sportivi: una occasione per la città

  • Dobbiamo lavorare per attrarre a Pontedera eventi sportivi, di diverso livello e impatto, sia esso internazionale, nazionale o locale, per l’indubbia ricaduta positiva sulla cultura sportiva, sulla promozione e visibilità della città e sul tessuto economico.
  • Dobbiamo cogliere i positivi influssi del cosiddetto “turismo sportivo”, un turismo legato all’attività ordinaria (campionati e tornei di valenza regionale e nazionale ai quali partecipano le nostre associazioni) ed ai grandi eventi sportivi (legati al calcio, al ciclismi, alla boxe, al tennis, pallacanestro e pallavolo, al rugby, all’equitazione, al nuoto, alla scherma ed al canottaggio).

Le strutture sportive

Il portato di una visione che vede lo sport come cifra della qualità della vita e presidio sociale è costituito da tutte le strutture sportive presenti in città.

  • Nonostante gli importanti investimenti compiuti negli anni passati per la realizzazione e l’ammodernamento di tutti gli impianti cittadini dobbiamo proseguire su questa strada attraverso operazioni anche coraggiose riguardanti l’impiantistica sportiva che si inseriscano nelle operazioni di trasformazione urbana contenute in questo programma di governo.
  • Gli strumenti a disposizione per il reperimento delle risorse necessare sono i fondi nazionali ed europei per l’impiantistica sportiva ma soprattutto lo strumento della finanza di progetto, un positivo binomio tra pubblico e privato sociale già attivato con successo nel passato.
  • A Pontedera non esistono sport “minori” e molte e svariate discipline vengono esercitate in modo organizzato dal fitto tessuto associativo. Questo oggi genera il bisogno di ulteriori nuovi spazi, polifunzionali e moderni, capaci di essere efficienti dal punto di vista energetico, adeguati sotto ogni profilo della sicurezza, accessibili e dunque meglio gestibili da parte delle associazioni concessionarie.
  • Certamente la nuova palestra in fase di ultimazione dell’IPSIA potrà essere una ulteriore struttura importante non solo al servizio del villaggio scolastico ma delle attività sportive delle associazioni cittadine.
  • Servirà valutare la modifica dell’attuale assetto edilizio a cupola degli impianti sportivi (palazzo dello sport/piscina) prevedendo soluzioni alternative e sostitutive sia per quanto riguarda la piscina scoperta (prevedendo un moderno sistema di copertura/scopertura) sia per quanto riguarda la realizzazione di un nuovo palazzetto dello sport con una capienza ed un funzionalità adeguata alle esigenze sportive della città e la possibilità di ospitare eventi di carattere culturale, musicale e ricreativo.
  • Servirà riqualificare le strutture esistenti valorizzando le progettualità e le proposte che provengono dal tessuto associativo sportivo (ad es. come la ristrutturazione della palestra “Marconcini” anche come casa della scherma pontederese).
  • Servirà favorire la realizzazione/ristrutturazione del nuovo stadio “E. Mannucci” da parte dell’U.S. Città di Pontedera per dotare la città di una struttura nuova, moderna ed innovativa non solo alle esigenze del calcio ma anche a quello di altre discipline sportive legate all’atletica.
  • Servirà inoltre recuperare, riscoprire e valorizzare i percorsi lungo i nostri fiumi, i nostri parchi ed i corridoi verdi dotandoli di aree attrezzate e percorsi vita al servizio dei sempre più numerosi cittadini che si tengono in movimento con la corsa o le passeggiate in città.
  • Servirà pensare alla progettazione ed all’ubicazione di un circuito/struttura dedicato alla pratica del ciclismo ed al servizio delle discipline sportive ivi praticabili.