Il Programma elettorale

Pontedera città attrattiva

Commercio, marketing territoriale, enogastronomia, turismo

Il confronto con le associazioni di categoria, Confesercenti e Confcommercio, è stato una occasione importante per approfondire alcuni temi fondamentali legati allo sviluppo delle attività commerciale della nostra città. Abbiamo condiviso l’idea che l’interesse pubblico per una migliore vivibilità (in tal senso la nostra proposta sulla golena d’Era) e sicurezza urbana passa anche attraverso la vivacità e qualità del commerciale cittadino, dalla persistenza degli esercizi di vicinato, dal miglioramento delle condizioni di mobilità urbana.
Alla luce di quest’analisi si propone:

  • la costituzione di un tavolo di confronto aperto e permanente tra Comune ed Associazioni di Categoria per trasformare le criticità in opportunità e strumenti di azione;
  • un rinnovato piano del commercio con un calendario di eventi condiviso dove il marketing e l’animazione territoriale sappiano incrociare le potenzialità del tessuto commerciale e possano integrarsi con la filiera del turismo e con il cartellone delle attività culturali. A partire dai due eventi principali (i.e. la notte bianca e la festa del commercio) servirà ripensare la programmazione ed utilizzare i budget a disposizione per l’intero cartellone delle iniziative;
  • l’organizzazione della festa di capodanno in città al servizio dell’aggregazione sociale e della filiera connessa agli eventi connessi;
  • azioni ed agevolazioni concrete con un fondo a disposizione dei negozi di vicinato di qualità che costituiscono presidi sociali insostituibili nei quartieri e nelle frazioni;
  • un fondo di risorse dedicate alle attività commerciali che vorranno aderire ad una proposta sperimentale di prolungamento orario fino alle ore 21 in alcuni mesi dell’anno (Dicembre, Luglio, Aprile, Novembre);
  • un piano della sosta ed un sistema della mobilità urbana che contemperi i bisogni dei residenti con le esigenze degli esercenti favorendo le presenze dei visitatori;
  • la valorizzazione del centro commerciale naturale con il rafforzamento del plafond di contributi a fondo perduto e sgravi fiscali a chi lancia una nuova idea di commercio ed utilizza i fondi sfitti;
  • il rifinanziamento e mantenimento di uno strumento importante come quello del “credito agevolato” che ha garantito la ristrutturazione interna ed esterna degli esercizi non solo commerciali;
  • un nuovo piano di armonizzazione e valorizzazione dei Dehors;
  • agevolazioni fiscali tramite lo strumento del Patrocinio di tutte quegli eventi (inaugurazioni inizio attività, compleanno annuale attività, eventi particolari) che risulteranno essere strumento di valorizzazione del tessuto commerciale;
  • rivisitazione delle imposte della pubblicità sulle insegne dei negozi;
  • costruire il progetto “Pontedera Eventi”, (un nuovo soggetto giuridico che potrà nascere ex novo oppure da una ristrutturazione di soggetti già esistenti), una nuova società di scopo chiamata ad attuare le scelte di pianificazione eventi cittadini, dalla Notte Bianca alla Festa del Commercio, fino alla Festa di Capodanno. Pontedera Eventi dovrà esser in grado di raccogliere i fondi per le iniziative ed organizzarle sapendo aprirsi a procedimenti di evidenza pubblica per raccogliere proposte per l’ideazione e la gestione del calendario eventi cittadini. Lo strumento giuridico ed economico così strutturato sarà affiancato da un Comitato Scientifico coordinato dal Comune, a cui dovranno senz’altro prender parte attiva le associazioni di categoria, i commercianti e le associazioni di protezione civile che si occuperanno della sicurezza nonché le varie professionalità e competenze pronte a dare una mano sul tema. Pontedera Eventi potrà inoltre sviluppare in modo omogeneo il sistema della promozione e pubblicità delle iniziative;
  • realizzare il progetto “Pontedera in mostra e nel mondo” per la promozione della città attraverso la messa a disposizione di uno spazio in cui tutte le aziende ed imprese locali che partecipano a eventi, mostre, fiere nazionali ed internazionali espongono la propria attività subito prima (in anteprima) o subito dopo la Fiera.

Attività produttive, filiera corta, chilometro 0, enogastronomia d’eccellenza

Negli ultimi anni la nostra città è stata sempre di più protagonista di eventi importanti legati all’enogastronomia. Tali manifestazioni hanno coinvolto le aziende agricole ubicate sull’intera provincia, i ristoranti ed i pubblici esercizi pontederesi. Le azioni che proponiamo:

  • l’incentivazione della filiera corta ed il supporto alle aziende agricole del territorio anche attraverso la promozione e l’organizzazione di giornate “slow food”;
  • il rafforzamento della collaborazione tra Amministrazione e l’associazione di categoria Coldiretti per promuovere prodotti di ottima qualità, a Km0, a prezzi contenuti mantenendo i due mercatini settimanali che si svolgono nel quartiere della Stazione e in quello di Fuori del Ponte e sperimentando ulteriori occasioni in altri quartieri e frazioni;
  • mantenere e sviluppare le manifestazioni “Sapori d’Autunno”, “Fuori Sapori d’Autunno” ed “I Giovedi del Gusto” in collaborazione tra imprenditori agricoli, viticoltori e ristoranti cittadini per far conoscere al pubblico i prodotti enogastronomici della provincia e dare la possibilità ai ristoranti cittadini di creare serate ad hoc a prezzi calmierati che promuovano la professionalità dei ristoratori;
  • promuovere la “MangiaLonga”, la suggestiva passeggiata che si svolge lungo i sentieri delle nostre colline e che garantisce la riscoperta delle frazioni (quali La Rotta, Montecastello e Treggiaia) ma anche offre alle aziende agricole e vinicole di offrire e far conoscere al grande pubblico le loro migliori produzioni;
  • attivare un trekking cittadino enogastronomico coinvolgendo i pubblici esercizi;
  • attivare in sinergia con gli operatori iniziative che possano garantire la massima diffusione di tutti quei brand enogastronomici in grado di raccontare la storia del nostro territorio attraverso la diffusione della cultura del vino, del cibo sano, della salvaguarda e tutela del benessere degli animali.

Il turismo

Pontedera si rivela sempre di più città turistica grazie alla presenza del museo Piaggio, dei centri d’arte “Palp” e “Otello Cirri”, delle varie manifestazioni culturali/sportive/ecc che vengono organizzate sul nostro territorio. L’Ufficio turistico, che serve l’intera Valdera, ha sviluppato negli ultimi cinque anni relazioni strette con altri Paesi europei ed in particolare con gli Stati che fanno parte della rete culturale del Centro Sete Sois Sete Luas.
Obiettivi di programma sono:

  • rafforzamento dell’Ufficio turistico attraverso forme di ristrutturazione dell’attività ed una collaborazione più sinergica con gli operatori nazionali ed internazionali;
  • creazione di “filiere del turismo” che vedano collegati in un percorso tra arte e buon cibo le aziende agricole ed i musei cittadini;
  • attivare progetti per “svelare” la città ai suoi cittadini, che potranno diventare i migliori ambasciatori della città stessa;
  • Pontedera destinazione turistica che deve cercare anche i suoi mercati di nicchia, il principale tra questi legato alla Vespa, il simbolo della città nel mondo;
  • la creazione di una mobilità cittadina attraverso l’uso degli Api Calessino (uno dei simboli della nostra città insieme alla Vespa) in grado di trasportare i visitatori dal Museo Piaggio al centro cittadino dello shopping passando dalla street art, al teatro, alla vitalità della città stessa e nei suoi luoghi del buon vivere toscano;
  • la creazione di una agenda digitale degli eventi e delle opportunità presenti in città;
    Prevedere nell’area contigua al realizzando centro di raccolta di viale Africa una piccola area al servizio delle esigenze di scarico dei camper.