Il Programma elettorale

Mobilità urbana e sistema della sosta

Il Traffico è diventato la variabile strategica su cui si gioca in buona misura la sostenibilità dei sistemi urbani e della vivibilità delle città.

  • Pontedera come detto è una città che offre tanti servizi di rilevanza sovracomunale e questo comporta necessariamente un costante afflusso di veicoli in città.
  • Tutto il sistema infrastrutturale, viario e dei parcheggi deve esser costantemente monitorato ed aggiornato per evitare i congestionamenti ed i disagi connessi.
  • La filosofia che ha accompagnato e deve accompagnare la programmazione della mobilità e della sosta deve riuscire a contemperare in modo equilibrato una variegata gamma di interessi: quello dei cittadini residenti, quello dei lavoratori e dei visitatori che vengono da fuori, quello del tessuto commerciale e produttivo.

Richiamato quanto detto sulla necessità che la mobilità cittadina debba essere connessa alla mobilità complessiva della Valdera e di un intervento di ristrutturazione della linea extraurbana degli autobus:

  • fondamentale risulta il corretto uso dei due grandi parcheggi scambiatori della piazza del mercato e della zona dei cimiteri che collegano il centro città attraverso due navette gratuite (linea A e linea B) sul cui maggior e miglior utilizzo dovremo insistere ancora anche valutando eventuali migliorie portate da figure quali il mobility manager che organizza il trasporto o il car sharing per i dipendenti di aziende, enti pubblici, ecc.

Sulla scorta del medesimo obiettivo è stato costituito, e dovrà esser migliorato e potenziato, un servizio di bike sharing e car sharing per favorire una mobilità sostenibile che si aggiunge alla rete di piste ciclabili pensate per collegare le varie zone della città, connettere i quartieri e le frazioni attraverso l’uso del mezzo più economico ed ecologico di ogni altro, la bicicletta:

  • servirà in tale ambito promuovere ulteriori e nuove forme di incentivo per avvicinare il servizio alle esigenze dei cittadini anche ripensando le modalità di fruizione e potenziando la conoscibilità del servizio.

Rispetto al piano della sosta i recenti interventi di rimodulazione degli spazi del parcheggio di piazza della solidarietà ed il recupero del parcheggio di via brigate Partigiane costituiscono azioni che si sommano a quelle già presenti per agevolare e facilitare la sosta dei visitatori, dei pendolari e dei lavoratori che operano a Pontedera. Occorre perseguire per il raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • forme di incentivazione e informazione alla cittadinanza di nuove forma di mobilità sostenibile (mobilità elettrica e car sharing) sia nel privato sia nel pubblico;
  • potenziamento della rete di piste ciclabili con un disegno organico che preveda il collegamento e la connessione tra i vari quartieri e le frazioni al centro cittadino;
  • favorire la “mobilità pedonale” all’interno degli abitati (protezione e riapertura dei varchi che consentono di attraversare a piedi le frazioni e la città) e connessione fra gli abitati, con una manutenzione e lo sviluppo degli attuali itinerari già realizzati in collaborazione con il CAI promuovendone l’uso attraverso la realizzazione di una cartografia di dettaglio sia su supporto cartaceo che digitale, disponibile sul sito del comune;
  • rivisitazione delle linee urbane del trasporto pubblico aggiornandole alle mutate esigenze di mobilità degli utenti puntando alla razionalizzazione dei costi ed alla maggior efficacia ed efficienza del servizio;
  • gli sviluppi della gara regionale e le particolari modalità di contribuzione del nostro comune ci consentiranno, in parallelo alla ristrutturazione della linea urbana, di istituire una nuova gratuita C con capolinea nel quadrante urbano dei villaggi;
  • aggiornamento del piano della mobilità e della sosta del “quadrante urbano Bellaria – Galimberti attraverso l’istituzione di una “zona a traffico controllato” per decongestionare la sosta selvaggia e consentire ai residenti di parcheggiare liberamente ed ai visitatori di utilizzare i parcheggi bianchi con disco orario di 2 ore;
  • potenziamento del servizio a chiamata su prenotazione “Chiama e Vai” con nuovo affidamento del servizio per superare le criticità rilevate dall’utenza;
  • sperimentazione di specifici collegamenti dedicati tra le frazioni ed il centro città da attivarsi nel fine settimana ed in orari extrascolastici;
  • completa informatizzazione ed ammodernamento delle colonnine per il pagamento della sosta ed incentivazione all’uso delle applicazioni smartphone per il pagamento online della sosta e per l’utilizzo delle agevolazioni previste;
  • monitoraggio, aggiornamento e rivisitazione del sistema tariffario della varie aree di parcheggio a pagamento per verificare i flussi della sosta e predisporre eventuali riduzione del costo orario generalizzato specifico.