Il Programma elettorale

Pontedera città operosa. La vocazione al lavoro ed il contesto territoriale

Pontedera, come confermato da tutti i dati disponibili, è il centro attrattore della Valdera, la sua forza sta nell’aver mantenuto la vocazione manifatturiera (una specializzazione che è divenuta via via più debole per la Toscana e che incide molto, invece, sulla competitività dell’economia regionale) e nell’averla affiancata con una ricca offerta di servizi (scuole, ospedali, servizi commerciali e per il tempo libero, servizi di trasporto). Pontedera è al contempo polo gerarchico della Valdera (offre servizi e opportunità di lavoro ai Comuni che fanno parte del suo sistema locale di lavoro) e polo in grado di collaborare con Pisa quasi alla pari, grazie alla specializzazione complementare delle due aree.
La metalmeccanica e la manifattura sono dunque elementi costitutivi di questo territorio. La storia di Pontedera è fatta di ingegno e fatica e si è costruita nella sintesi tra il coraggio dell’impresa e la dignità del lavoro. Dovrà senz’altro esser chiarito, così come chiedono i sindacati da tempo, il ruolo, il piano industriale e gli intendimenti del gruppo Piaggio che dalla città di Pontedera molto ha avuto e che dunque, pur nei propri legittimi piani di internazionalizzazione non può né deve prescindere dal considerare la città, e l’indotto presente, un sistema verso cui portare rispetto e verso cui prestare attenzione.
Quando si parla di economia e vocazione manifatturiera una forza di centrosinistra deve battersi per rivendicare la dignità del lavoro: sulla declinazione di questo concetto è necessario ed indispensabile spendere parole forti e ribadire con chiarezza e senza tentennamenti che servono strumenti normativi e risorse economiche nuove per evitare che la flessibilità eccessiva e prolungata finisca, come spesso purtroppo accade, in precarietà: una condizione inaccettabile che mortifica la vita ed il futuro soprattutto dei giovani di questo Paese.
Una comunità e un’amministrazione attente al lavoro e alle condizioni dei lavoratori dovrà assumersi la responsabilità di aprire spazi di discussione con le parti sociali e i sindacati di riferimento, relativamente anche ai contratti collettivi dei lavoratori dei servizi in appalto.
La responsabilità sociale dell’impresa deve poter concedere un orizzonte di stabilizzazione per tutti quei lavoratori che contribuiscono al suo sviluppo con le proprie competenze e le proprie professionalità.
Il futuro del nostro sistema locale dipende quindi dalla capacità di difendere e valorizzare la forte impronta manifatturiera sfruttando gli importanti investimenti pubblici sull’asse di viale Piaggio e cogliendo le prospettive di sviluppo collegate all’industria della conoscenza attraverso i laboratori di ricerca, d’innovazione, di trasferimento tecnologico per creare sinergie in tema di automazione e robotica dedicata all’efficienza e sicurezza nell’industria dei motoveicoli. Pontedera sarà infatti sede di un centro di competenza (ARTES 4.0 coordinato dalla Scuola Superiore Sant’Anna che ha ricevuto un finanziamento dal MISE per oltre 10 milioni di euro) ad alta specializzazione relativi al piano nazionale denominato Industria 4.0.
Pontedera è e deve continuare ad essere una città attrattiva per la ricca offerta di servizi scolastici, sanitari, commerciali, per lo sport, per il tempo libero e per il trasporto. Per tutte queste ragioni è al contempo centro attrattore dei flussi pendolari in ingresso da tutto il circondario sia per motivi di lavoro che di studio, un Comune in cui il numero degli occupati presenti (ovvero le persone che lavorano sul suo territorio) è molto maggiore di quello degli occupati residenti e lo stesso accade per gli studenti, grazie alla ampia offerta di istruzione superiore.
Pontedera è anche città del commercio e di un importante terziario: lo sviluppo dell’economia complessiva della comunità passa anche dal mettere a disposizione del sistema produttivo, commerciale e terziario incentivi ed agevolazioni, infrastrutture materiali ed immateriali, occasioni di marketing ed animazione territoriale.